Sfortuna, inferiorità numerica e coraggio: il Grammichele vince nel finale e scavalca il Castel di Iudica

a cura di Luciano Simbolo.

Nello scontro diretto a quattro giornate dal termine, i giallorossi superano di una rete (e di un punto in classifica) gli avversari, nuovamente ultimi in classifica: risultato ribaltato  nel finale dalla zuccata di Malaspina ad un minuto dalla fine.

Tante emozioni ma anche tanta sfortuna per il Grammichele Calcio nel diciannovesimo incontro stagionale, valido per l’ottava giornata di ritorno del campionato di Seconda categoria. La formazione di casa, probabilmente nella gara più importante del suo campionato, ritrova il Castel di Iudica, distante due punti prima del match e in netta ripresa ad inizio 2019, al punto da consolidare il penultimo posto proprio a discapito dei giallorossi.

Match importante, teso ma di grande correttezza, ad onore di entrambe le contendenti. Assenze importanti da ambo le parti, col Grammichele che si presenta con la difesa a tre e il giovane 2001 Nicastro nuovamente dal primo minuto, chiamato a fare la spola sulla fascia contro un altro giovanissimo, Marraro.

I locali iniziano in avanti la loro gara ma non riescono a trovare il guizzo vincente, cosa che riesce invece agli iudicensi, quando al 13’ Laudani svetta di testa su calcio d’angolo e anticipa tutti con un’incornata vincente, che vale lo 0-1. Impossibile non subire il colpo, che per il Grammichele significa virtualmente -5 dal penultimo posto; oltre alla pressione, i padroni di casa fanno i conti anche con la sfortuna: al 36’ Malaspina divora da pochi passi il pari, spingendo il pallone alto di testa; sullo scadere, invece, a staccare di testa è Danilo Anfuso, con una leggera deviazione a portiere battuto che si infrange sul palo.

Nella ripresa, subito un cambio per il Grammichele: fuori Cannizzo, dentro Aquino, che si sistema nelle retrovie facendo scalare capitan Palma a centrocampo per dare un contributo di esperienza al settore offensivo. La scelta sembra avventata, quando al 52’ Longo riparte in contropiede verso la porta grammichelese, mancando il decisivo 0-2 per un tempestivo salvataggio sul finale dei difensori giallorossi. Intorno al 60’ uno degli episodi chiavi del match: Pitrella subisce nettamente fallo ma l’arbitro lascia proseguire, scatenando su di sé l’ira del difensore che, per troppa foga, viene direttamente espulso, lasciando il Grammichele in dieci.

Nonostante i nervi giustificabili, per il Grammichele sembra notte fonda. Tuttavia il Castel di Iudica non ne approfitta, cercando di addormentare i ritmi del match: la panchina giallorossa risponde con gli innesti offensivi di Occhipinti e Tornello, quest’ultimo subentrato a Loris Anfuso, che al 70’ manca un gol da fuoriclasse spedendo all’incrocio dei pali una violenta botta dai 25 metri.

Gli ospiti si adagiano sugli allori, il Grammichele combatte per una partita che necessita necessariamente di essere vinta: tutto ritorna in discussione a quattro minuti dalla fine, quando la punizione di DanieleLaferla finisce direttamente in porta, grazie al guizzo di Malaspina che ostruisce la visione a Sambataro. Ed è proprio il ritrovato bomber giallorosso, in pieno recupero, a mandare in delirio il pubblico grammichelese, con un decisivo colpo di testa che spiazza Sambataro, a seguito del traversone di Murgo. Due minuti dopo, il triplice fischio e Grammichele nuovamente davanti in classifica (11 punti contro i 10 del CdI).

A fine partita, rabbia ed amarezza per la formazione avversaria, rea di non aver chiuso la gara quando opportuno, specialmente in superiorità numerica; tanto entusiasmo per la ritrovata vittoria del Grammichele Calcio, che riapre il discorso salvezza, ormai unico obiettivo stagionale. A distanza, nelle prossime tre giornate, la sfida tra le due formazioni, staccate dal resto della classifica, è destinata a continuare: i giallorossi, nell’ordine, affronteranno il Motta Calcio, il Pachino e il Piano Tavola (solo i siracusani, ospiti, tra due settimane), tutte a caccia di un posto ai play-off. Per la salvezza (e anche per un po’ d’orgoglio, vero assente di questa stagione) non resta che vincerle tutte.

TABELLINO:

GRAMMICHELE CALCIO (2):Laferla A.; Manduca, Palma ( C ), Pitrella; Anfuso D., Cannizzo, Laferla D., Nicastro, Anfuso L.; Murgo, Malaspina. A disposizione: Silvani, Aquino, Mammana, Occhipinti R., Piccolo, Cuius, Morello, Tornello, Anfuso.

CASTEL DI IUDICA (1): Sambataro; Santangelo, Ingallina, Pappalardo, Marraro; Laudani, Oliveri, Pesce; Cocimano, Recupero (C), Longo. A disposizione: Piemonte, Agati, Gullotta, Raimondo, Capizzi. Allenatore: Riolo.

MARCATORI:41’ s.t. Laferla D. , 45 + 3’ s.t Malaspina // 13’ p.t. Laudani

AMMONIZIONI:31’ p.t. Murgo, 43’ p.t. Manduca M., 29’ s.t. Anfuso D. , 45’ + 4’ s.t. Malaspina // 17’ p.t. Marraro,  20’ p.t. Recupero, 30’ p.t. Oliveri, 20’ s.t. Laudani.

ESPULSIONI: 15’ s.t. Pitrella.

SOSTITUZIONI: Cannizzo (dal 1’ s.t. Aquino); Cucuzza (dal 22’ s.t. Occhipinti R.); Anfuso L. (dal 32’ s.t. Tornello); Palma (dal 45’ + 3 s.t. Mammana) // Pesce (dal 26’ s.t. Raimondo); Recupero (dal 38’ s.t. Capizzi).

ARBITRO: Sig. Motta di Siracusa.

RECUPERO:// —4’ (s.t.).

 

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo scaduto. Per favore ricarica il codice