Grammichele Calcio, il Real Caltagirone si aggiudica il derby: giallorossi ancora a secco di vittorie

a cura di Luciano Simbolo.

Il derby del calatino nel girone aretuseo della Terza categoria va ai biancorossi del Real Caltagirone, di nuovo in testa grazie alle reti di Bentrovato e Messina e ad una pregevole prova di Averna. Al Grammichele non bastano un’ottima mezz’ora e una prodezza da cineteca di Giacomo Murgo.

Da CALTAGIRONE (CT): Il girone di Siracusa della Terza Categoria siciliana presenta, al quinto appuntamento stagionale, il derby calatino per eccellenza tra il nuovo Real Caltagirone e il Grammichele Calcio. L’incontro si disputa sul sintetico dello stadio Pino Bongiorno, nella città della ceramica, al momento maggiore impianto sportivo della città. I padroni di casa, nonostante importanti defezioni tra assenze e guai muscolari (vedi il bomber Lo Monaco e il raffinato De Maria) partono favoriti, per l’imbattibilità – soprattutto dentro casa – e per il piazzamento al vertice della classifica. Situazione opposta invece per il Grammichele, ancora uncinato al fondo del girone, a secco di vittorie e con una rosa più che limitata, vero grattacapo per il  tenace allenatore giallorosso, Francesco Vespo.

Eppure, nella prima parte di gara i ruoli sembrano invertiti: il Real Caltagirone parte stentato, con un’impostazione spesso confusa ed un Grammichele determinato, cui manca come al solito l’appuntamento con il gol. A negarlo sono soprattutto l’incertezza sotto porta – altro male della squadra – e l’esperto portiere calatino Averna, che dimostra tutte le sue doti con una serie di prese plastiche e interventi decisivi (su tutti, quello che nega il vantaggio a Malaspina dopo una bella incursione laterale). Gli dei del calcio, tuttavia, decidono di premiare la formazione di casa: a poco a poco, infatti, viene fuori anche l’undici offensivo di mister Angiletti, che sblocca a cinque minuti dall’intervallo con la spizzata vincente di Bentrovato – rinforzo preso nel mercato dicembrino – bravo ad imporsi di testa su cross di Cinnirella al limite della linea di fondo.

La rete scuote i padroni di casa, decisi ad inizio ripresa a consolidare il vantaggio maturato. Angiletti inserisce allora l’asso offensivo Secondo a rilevare Ingrassia, mentre Vespo è costratto a confermare ai suoi undici titolari, salvo poi inserire,  dopo il raddoppio avversario, Salvatore Luca. Raddoppio che arriva dopo un buon quarto d’ora del Real Caltagirone: al diciassettesimo della ripresa la firma è di Messina, che insacca dopo un’uscita poco brillante di Laferla. Il Real Caltagirone non spinge più di tanto e non riesce a chiudere la partita, riuscendo comunque a difendersi – anche grazie alla bontà delle sostituzioni operate, soprattutto nel reparto arretrato; gli ospiti grammichelesi, dal canto loro, mancano di intesa e precisione, pur avendo più volte nelle corde le possibilità per ripartire in contropiede e far male agli avversari. A dieci dalla fine, Murgo trascina la sua squadra insaccando il pallone da distanza proibitiva alle spalle di Averna, reo di trovarsi qualche metro in più del dovuto.

 Ma è solo un’illusione, perchè il Grammichele è stanco e sprecone, chiudendo la partita con un’altra sconfitta, forse alla sua migliore prova su una superficie di certo più consona al calcio giocato. La situazione, nonostante la gara da recuperare, non è sicuramente favorevole ad una squadra che alterna sprazzi di buon gioco a momenti di blackout, soprattutto sul piano tattico e mentale: su questi due aspetti sarebbe auspicabile far da parte l’estro individuale e puntare più sull’affiatamento e lo spirito di gruppo.

Nel dopogara, mister Angiletti si gode la terza vittoria (su tre gare interne) del suo Real Caltagirone: ”Anche oggi mancavano quattro titolari fissi, tra assenze per lavoro e problemi fisici – dichiara il tecnico – ma il risultato appaga e ripaga questi ragazzi, che si sacrificano ogni settimana.All’inizio, il Grammichele ci ha sorpreso per grinta e determinazione, abbiamo sbagliato nello scendere in campo convinti di essere avvantaggiati; dopo l’intervallo e il vantaggio abbiamo giocato meglio ma non abbiamo finalizzato, rischiando il pareggio dopo il gol della domenica”. In prospettiva futura, Angiletti guarda con fiducia al primato in classifica: “La rosa è competitiva, ci godiamo questi tre punti pensando alla ostica trasferta di Cassaro, dove cercheremo la vittoria esterna dopo gli sfortunati pareggi contro Mazzarelli e Real Belvedere”. Gli fa eco il presidente del sodalizio calatino, Leone: “Stagione al di sopra delle aspettative, complimenti a tutti: vogliamo vincere il campionato senza se e senza ma”.

Morale ed umore decisamente diverso in casa Grammichele: “Ogni tanto si perdono le staffe ma perdere così è difficile da mandar giù – afferma un visibilmente deluso e sconsolato Francesco Vespo – perchè si può fare qualsiasi risultato ma è fondamentale avere un gruppo compatto”. Tanta l’amarezza, evidentemente, per quella che poteva essere la stagione della svolta: ”Difficile pensare al futuro, dobbiamo pensare ad allenarci bene e con continuità in settimana ed il mio obiettivo rimane sempre e soltanto migliorare, dai più grandi ai più piccoli, questi ragazzi”.

Frattanto, il Grammichele tornerà a lavorare in settimana per preparare la sfida di domenica – in casa – contro l’altra formazione imbattuta del girone, il Real Belvedere. Nella speranza che i bocconi amari siano da motivazione e non da demoralizzazione per un gruppo che ha bisogno di ritrovare entusiasmo e coesione.

TABELLINO:

REAL CALTAGIRONE (2): Averna; Formica, Navanzino, Blatti, Cappello; Ingrassia, Scimonetti (C), Manuello; Messina, Cinnirella, Bentrovato . A disposizione: Fagone, Di Pasquale, Marcinnò, Gallo, Secondo, Tasca.Allenatore: Angiletti

GRAMMICHELE CALCIO (1): Laferla A.; Occhipinti, Palma, Salafia, Morello; Anfuso D. (C), Bontorno, Occhipinti S., Anfuso L.; Murgo, Laferla D.. A disposizione: Manusia, Rizzo, Luca. Allenatore: Vespo.

AMMONIZIONI: 42’ s.t.Bentrovato // 16’ p.t. Malaspina; 30’ p.tSalafia; 13’ s.t. Anfuso D.; 24’ s.t. Laferla.

MARCATORI : 40° pt Bentrovato – 17° st Messina – 37° st Murgo

ESPULSIONI: //

SOSTITUZIONI: Ingrassia (dal 3’ s.t. Secondo); Cappello (dal 8’ s.t. Pennisi); Formica (dal 25’ s.t. Tasca); Cinnirella (dal 28’ s.t. Di Pasquale); Messina (dal 45’ s.t. Marcinnò). //  Anfuso L. (dal 18’ s.t. Luca).

ARBITRO: Sig. Brunodi Siracusa.

RECUPERO: 1’ (p.t.) — 4’ (s.t.).

ALTRI RISULTATI: Real Belvedere – Real Ragusa (4 – 0) // Mazzarelli Calcio – Città di Priolo (3 – 2) // T.S. Solarino – Cassaro Calcio (1-0).

CLASSIFICA: R. Caltagirone 11 — T.S. Solarino, R. Belvedere 10 — Mazzarelli 8 — Real Ragusa 6 — Città di Priolo* 3, Cassaro 3 — Grammichele* 2.

*una gara in meno

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo scaduto. Per favore ricarica il codice