“PUC” a Grammichele, i percettori di Reddito di Cittadinanza si impegnano per la città

Nelle scorse settimane sono stati avviati i Progetti di utilità collettiva nella città di Grammichele. Alcuni dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza, dopo un’attenta profilazione e un periodo formativo, si sono impegnati in alcuni progetti di utilità per tutta la cittadinanza. La città esagonale è la prima nel Calatino (e una delle prime in Sicilia) ad attivarsi per creare i progetti PUC e permettere ai percettori di RDC di parteciparvi.

Il Comune ha così creato 3 progetti ai quali i cittadini potranno partecipare, e finora abbiamo visto i risultati della misura in maniera tangibile, anche solo attraversando le vie principali della città.

10 sono i beneficiari di Reddito di Cittadinanza che sono stati impegnati nel primo progetto, finalizzato alla manutenzione delle varie aree giochi e alla cura e pulizia delle aree verdi di tutta la città.

Operazioni di pulizia in Piazza Giovanni Meli

I beneficiari di Reddito di Cittadinanza impegnati nella cura di Largo Casabene

Abbiamo parlato di queste iniziative con l’assessore alle politiche sociali e alla cultura Giuseppe Branciforte:In questi mesi il reddito di cittadinanza ha rappresentato un aiuto importante per tante famiglie in difficoltà. I cittadini impegnati nei progetti stanno svolgendo un’importante attività di cura dei beni comuni. Promuovere un’etica comunitaria vuol dire prendersi cura non solo dei luoghi ma anche delle persone.

 

reddito di cittadinanza progetti di utilità collettiva grammichele

Le aiuole di Via de Pretis, dopo l’intervento di pulizia

 

reddito di cittadinanza progetti di utilità collettiva grammichele

Piazza Vespri

Nell’ambito dei Patti per il lavoro e/o per l’inclusione sociale, i beneficiari di Reddito di cittadinanza partecipano per almeno 8 ore settimanali, aumentabili fino a 16. La durata del PUC attualmente attivato è di 6 mesi, ma contemporaneamente è cominciato anche un altro percorso importante, che coinvolge la Biblioteca Comunale.

Il PUC “Biblioteca AccogliEnte” coinvolgerà altre 5 persone che percepiscono il Reddito di Cittadinanza, in supporto al lavoro quotidiano che si svolge nella struttura, nello sviluppo delle attività culturali della città, aiutando a promuovere la biblioteca sui social e in alcune attività di lettura a voce alta dedicate ai bambini.

Stiamo già lavorando all’attivazione di altri tre progetti che riguarderanno il parco archeologico, la cura del cimitero, delle vie cittadine e la promozione del museo civico. Nel piano di attuazione locale saranno previste ulteriori risorse per l’avvio dei progetti di utilità collettiva“.ha infine affermato Branciforte.

,

Rispondi