Anche in Sicilia arriva il Green Pass

La morsa dalla pandemia covid-19 sembra allentarsi grazie alla campagna di vaccinazioni in corso – che non si arresta neanche nei giorni festivi-  e che vede crescere di giorno in giorno il numero dei vaccinati, dando speranza di una celere via d’uscita a tutti.

Se da una parte si cerca di avanzare per raggiungere l’immunità di gregge, dall’altra si desidera tornare al più presto a fare viaggi e a spostarsi liberamente, per questo motivo è in arrivo il Green Pass.

Una mano che tiene un cellulare e mostra un codice qrcode e uno sfondo sfocato di un pratoMa cos’è il Green Pass?

Il Green Pass è un certificato digitale che permetterà ai cittadini di spostarsi liberamente all’interno dell’UE. Si tratta di un certificato in forma di Qrcode prodotto dalle autorità nazionali che testimonierà l’avvenuta vaccinazione o la guarigione dal covid-19 o l’esito negativo di un tampone, inoltre non sarà necessario avere un’app perché si potrà ricevere il codice via mail e lo si potrà stampare.

Sarà usato in via sperimentale a partire dal 10 maggio 2021 in 16 paesi Europei, tra cui Italia, Francia, Malta, Olanda, Lussemburgo, Estonia, Svezia, Croazia, Bulgaria, Spagna, Lituania, Germania, Repubblica Ceca, Austria, Islanda e Grecia. Lo step successivo sarà l’approvazione da parte di tutti i paesi coinvolti nella fase di sperimentazione e a partire da giugno entrerà in vigore. Il sistema permetterà, inoltre, di poter partecipare a Paesi terzi per l’ingresso nel loro territorio attraverso un accordo legislativo.

Anche nell’ambito nazionale l’Italia ha predisposto l’uso del Green Pass. Perciò grazie al nuovo decreto anti-covid 19 il pass sarà necessario per spostarsi da una regione che si trova in fascia arancione o rossa all’altra. Bisogna precisare che il green pass servirà nel caso in cui gli spostamenti riguardino turismo o visite parenti o amici, mentre continuerà ad essere usato l’autocertificazione per motivi di lavoro, necessità, salute o per fare rientro nella residenza, domicilio o abitazione. Ma in attesa di ulteriori indicazioni da parte del governo, i vari comitati delle regioni stanno lavorando per creare varie attestazioni che permettano ai cittadini di riappropriarsi dei propri spazi e garantiscano le riaperture a ristoranti, cinema, teatri e musei. In Sicilia l’Assessore alla Salute ha già predisposto la circolare per il “Covid Free”.

,

Rispondi