VI congresso CISL-FP Catania

Danilo Sottile è stato riconfermato segretario generale della Cisl Funzione Pubbica di Catania dall’assemblea di delegati, al termine di un percorso congressuale che ha coinvolto per tutto l’autunno migliaia di lavoratori in tutta la provincia. Rieletti e confermati anche i membri della segreteria Giuseppe Scirè e Valeria Laiacona. Ai lavori hanno partecipato anche il segretario regionale della Cisl Fp Paolo Montera e il segretario della UST Cisl Catania Maurizio Attanasio.

Nel corso del congresso, svoltosi a Mascalucia presso Torre del Grifo Village, è stato eletto anche il Consiglio Provinciale. Oltre a Valeria Laiacona sono stati eletti altri due dirigenti sindacali del calatino: Mario Favara (ASP Catania) e Filippo Sileci (Comune di Grammichele).

“La Cisl FP contribuisce alla visione di un nuovo progetto di paese – ha detto Sottile nella sua relazione – spingendo per una riforma della Pubblica Amministrazione. Le sfide che abbiamo di fronte, infatti, dal Pnrr a una nuova stagione di sfide sindacali, fanno tutte perno sui dipendenti pubblici. A questa stagione noi, come sindacato, risponderemo cercando una interlocuzione e rifiutando la logica dello scontro. Vogliamo accogliere il nuovo, e questa apertura passa dalla trasformazione del sindacato in un luogo inclusivo. Questo è il sindacato che ci piace, un ideale a cui tendere”.

Nel corso del congresso anche l’intervento del segretario UST Cisl Catania Maurizio Attanasio: “Siamo per costruire percorsi, per restare al tavolo della trattativa sindacale. Laddove questi percorsi non si costruiscono è chiaro che non andremo con il cappello in mano da nessuno: la Cisl, forte dei numeri, sopratutto nella Funzione Pubblica,  è il sindacato più rappresentativo ed  autorevole “.

Chiude i lavori Paolo Montera, segretario regionale Cisl FP Sicilia: “Abbiamo una federazione profondamente rinnovata e sono fiero di esserne parte: le sfide si vincono con le squadre e noi ne abbiamo tante e di grande valore. La CISL FP è stata e sarà sempre vicino ai lavoratori, non una difesa tout court, ma con lo scopo di offrire alla collettività servizi sempre più all’altezza dei tempi che stiamo vivendo “.

       

Rispondi