Il Liceo Artistico ricorda il centenario della nascita di Gaetano Libertini

Si è svolta, all’interno della sala consiliare del comune di Grammichele, un’informale manifestazione organizzata dal Liceo Artistico Regionale “R. Libertini” per ricordare la figura di Gaetano Libertini nel centenario della nascita.
La traccia indelebile lasciata prima dal padre Raffaele e opi dal figlio Gaetano hanno delineato quel progetto educativo, formativo ed innovativo che ancora oggi caratterizza il Liceo Artistico “R. Libertini” di Grammichele, sin dalla sua nascita segnando una fucina per le tante maestranze che avrebbero segnato la vita economica e artigianale della città esagonale.
Alla manifestazione hanno preso parte il sindaco di Grammichele Pippo Greco, il quale ha voluto ricordare i momenti personali e culturali insieme con Gaetano Libertini, apprezzando la sua figura come uomo ed educatore.
Gli interventi successivi, hanno visto l’autorevole testimonianza del concittadino Luigi Gismondo, il quale ha voluto focalizzare la centralità di Gaetano e Raffaele Libertini nella nascita del liceo artistico sin dagli arbori, in un percorso di attività, mostre e corsi.
Interventi a seguire da parte dell’attuale dirigente scolastico del liceo Santo Digeronimo, dell’assessore alle politiche culturali Rossella Ledda, del professore Stefano Anguzza, del senatore Giuseppe Compagnone.
Ultimo ma non meno significativo, è stato il toccante ricordo del “commosso” figlio Raffaello Libertini, il quale ha voluto fortemente ricordare la figura del padre, ringraziando tutti i presenti per questo attestato di stima nei confronti di Gaetano Libertini.

,

Rispondi