La Cunziria beneficiaria di un progetto di valorizzazione

L’antico borgo della Cunziria situato a Vizzini ha avuto il grande privilegio di essere selezionato tra i vari territori dell’isola siciliana per poter beneficiare di un’importante somma pari a 20.000.000 euro per realizzare un progetto finalizzato al recupero. Grazie alla sinergia del sindaco Cortese e dell’assessore regionale Samonà e l’impegno del presidente della Regione Nello Musumeci, Vizzini è risultata beneficiaria di un programma per valorizzare l’antico borgo della Cunziria.Cunziria

Preso in considerazione il fatto che quest’anno ricorre il centenario della morte di Giovanni Verga, la Giunta regionale con la delibera n. 24 del 20 gennaio 2022 – in riferimento al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) ed, in particolare, alla Missione 1 Componente 3 (M1C3) – Investimento 2.1 ‘Attrattività dei borghi storici’ (Linea di Azione A ‘Progetti pilota per la rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio abbandono e abbandonati’) ha scelto di indirizzare questo fondo all’antico borgo di Vizzini, luogo natale del maestro del Verismo italiano.

La Cunziria è un vecchio borgo del settecento formato da casupole disposte su collinette e rappresenta un esempio di architettura rurale e della cultura agricola dell’epoca. Il luogo è di grande di suggestione grazie alla sua posizione all’interno di una vallata aperta con lo sfondo degli altipiani ricoperti da manti di fico d’india. Oggi è possibile vedere i ruderi della chiesetta di Sant’ Egidio, che sembra possa appartenere all’epoca romana. La Cunziria divenne lo scenario di quel famoso duello narrato da Giovanni Verga nella Cavalleria Rusticana e fu il luogo romantico vissuto segretamente dai protagonisti Turiddu e Lola, infatti secondo la leggenda i due amanti si incontravano in questo luogo nelle notti di luna piena. Nel 1983 il luogo divenne il set della trasposizione cinematografica di Franco Zeffirelli. Nel 1996 Gabriele Lavia fa dello scenario verghiano la location de La Lupa. Negli ultimi anni il borgo è stato soggetto di una riqualificazione artistica come teatro naturale di varie rappresentazioni.

,

Rispondi