DAL QUOTIDIANO “LA SICILIA”:Tratto Caltagirone #Grammichele – Ss 124, ruspe fermate dalla pioggia

DAL QUOTIDIANO “LA SICILIA” DEL 17 MARZO 2015 A FIRMA DI GIANFRANCO POLIZZI

Tratto Caltagirone-Grammichele. Avviato il cantiere per la sistemazione dei due movimenti franosi – Ss 124, ruspe fermate dalla pioggia

LaICP070034120150317CTHanno preso il via, su iniziativa della Sezione compartimentale dell’Anas di Catania, gli interventi, finalizzati alla sistemazione di due movimenti di natura franosa, registratisi a fine febbraio, lungo la Ss 124, Siracusana.
Ieri si è già insediato il cantiere ma, a causa della pioggia, i mezzi meccanici non hanno potuto ancora operare.
Lavori, dunque, al via, che interesseranno il consolidamento del costone al km 20+300 nel tratto Caltagirone-Grammichele, in località San Bartolomeo, territorio di Caltagirone.
Analoghi interventi riguarderanno l’altro versante, in direzione San Michele di Ganzaria dove, sempre a causa dei vari eventi piovosi, la Statale fu interessata da un consistente cedimento di natura fondale al km 10+300, in località Monte Scala, sempre in territorio di Caltagirone.
Lavori, quindi, di somma urgenza, che saranno realizzati in entrambi le direzioni a cantiere aperto, al fine di evitare la chiusura al transito della strada. Al Km 20+300, in direzione Grammichele, nella porzione interessata dalla frana si viaggia a senso unico alternato. Il fronte dello smottamento, opportunamente circoscritto con la barriere in plastica del tipo New Jersey si estende per una lunghezza lineare di almeno 30 metri, a fronte di un più consistente scivolamento a valle del terreno sottostante la sede stradale.
Il peggio, comunque, è già passato, anche se la strada statale 124, in considerazione delle caratteristiche strutturali del percorso, che denota la sua facile vulnerabilità, è pur sempre una via di collegamento strategica.
Strategica poiché il versante nord-est della Ss 124 Siracusana, sul quale ricade la frana al km 20+300, garantisce i collegamenti con le direzioni Grammichele, Santo Pietro, Granieri, Mazzarrone e Ragusa, oltre che con la Ss 683 denominata Libertinia e la Ss 514, Catania-Ragusa, sia in direzione Ragusa, sia Lentini-Siracusa. Al momento e sino a quando non sarà finanziato e di conseguenza saranno avviati i lavori di costruzione del terzo lotto della variante Ss 683, denominata Libertinia, l’arteria deve supplire alle esigenze di viabilità dettate dalla costruenda opera pubblica.
Le opere da realizzare nei due versanti riguarderanno il consolidamento e la messa in sicurezza dei costoni, mediante il sistema delle palificazioni in calcestruzzo.
Opere idrauliche indispensabili, al fine di prevenire altri fenomeni di instabilità del terreno.

,

Rispondi