Grammichele: entra in servizio “l’auto civetta”, progetto Scuola Sicura finanziato dalla Prefettura di Catania

È entrata in servizio il giorno di Natale a Grammichele, la nuova “Auto Civetta” in dotazione al comando di Polizia Municipale della città esagonale, nell’ottica delle “Attività di Prevenzione e Contrasto allo Spaccio di Sostanze Stupefacenti, nei pressi degli Istituti Scolastici, Scuole Sicure 2022-2023” finanziato dalla Prefettura di Catania.
Il “Decreto del Ministero dell’Interno” adottato di concerto con il “Ministero dell’Economia e delle Finanze” in cui sono fissati i criteri di ripartizione del Fondo per la Sicurezza Urbana, istituito dall’art. 35 quater del D.L. n°113-2018, convertito con modificazioni della Legge n°132-2018, finanziato per il triennio 2021-2023, dall’art. 1, comma 920 della Legge n° 145-2018; predetto “Decreto” stabilisce che una quota pari al 14% delle risorse del Fondo 2022, viene destinato ai Comuni, per il finanziamento di iniziative di “Prevenzione e Contrasto dello Spaccio di Sostanze Stupefacenti nei pressi degli Istituti Scolastici”.
La PREFETTURA di Catania, ha così comunicato che il “Progetto” presentato dal nostro Comune è stato accolto e finanziato per l’importo complessivo di € 12.714,67 per l’acquisto di una “autovettura” civetta, dotata di lampeggiante magnetico e di microcamera di registrazione.
Tale equipaggiamento permetterà al corpo di Polizia Municipale di effettuare controlli mirati nei pressi degli istituti scolastici e controllo del territorio anche attraverso la camera installata all’interno dell’automobile.
Durante la mattinata del 25 dicembre, l’auto è stata presente in Piazza per una piccola presentazione, alla presenza del sindaco di Grammichele Pippo Greco, del Comandante di Polizia Minucipale, del comandante della locale stazione dei Carabinieri, del personale di Polizia Municipale e di Pippo Compagnone.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.