E’ morto ANGELO RIZZO, REGISTA ORIGINARIO DI GRAMMICHELE

LaICS030072420150331CT

Roma. È morto domenica in un ospedale milanese Angelo Rizzo regista, sceneggiatore, giornalista, montatore e direttore della fotografia italiano. Era nato a Grammichele, in provincia di Catania, l’8 febbraio 1959. Appassionato di arti marziali (terzo Dan di Karate e campione Italiano), ha fatto nella sua vita un centinaio di documentari. Ha collaborato per “La macchina del tempo”, “Verissimo”, “Mixer”, “Target”, “Striscia la notizia”, “Le iene” e di altri programmi televisivi della Rai e di Mediaset. Oltre ai documentari ed ai servizi televisivi (anche per Pubblicità Progresso), ha diretto film, spot televisivi e videoclip (tra cui diversi per BMG). In particolare, con “El Soñador” è il regista del primo film italiano sul Baseball. Nel 2007 realizza il film “La sottile linea della verità” ed il documentario “3.5k” in cui viene raccontato l’attacco anticastrista del ‘97 in cui morì il genovese Fabio Di Celmo. A causa di questo film, Angelo Rizzo ha subito un attentato terroristico che gli ha procurato l’incendio della sua automobile e di quella di suo figlio. L’ex “lupo grigio” Ali Agca ha collaborato alla realizzazione del suo ultimo film dal titolo “L’ultima verità”. La pellicola, tra le altre cose, prende in considerazione l’ipotesi della presenza di un complice in piazza San Pietro il 13 maggio 1981 in occasione dell’attentato a Papa Giovanni Paolo II.

(fonte LA SICILIA)

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.