Grammichele : picchia la convivente incinta. Arrestato

violenza-sulle-donne

Un operaio è stato arrestato a Grammichele per maltrattamenti. E’ accusato di avere picchiato la convivente,, al secondo mese di gravidanza, procurandole “policontusioni” giudicate guaribili in 15 giorni. Dopo l’arresto l’uomo è stato condotto in carcere.

L’ultimo episodio di violenza sulle donne, arriva da Grammichele; un episodio che conferma i recenti dati sulla violenza sulle donne.
I carabinieri l’hanno trovata pieni di livido nel corpo e gonfia in viso, la giovane donna nella sera del 8 maggio dopo l’ennesimo pestaggio da parte del compagno, ha chiesto aiuto al 112; nemmeno il bambino che la giovane donna porta in grembo, è riuscita a frenare la violenza dell’uomo.
I militari hanno accompagnato la giovane donna al vicino pronto soccorso della città esagonale dove le ferite sono risultate guaribili in 30 giorni e non hanno compromesso la gravidanza del bambino; i Carabinieri della locale stazione, conoscevano già la coppia, in passato già erano avvenuti episodi di maltrattamento ,ma la donna aveva ritirato le denuncie e stavano provando a vivere insieme con il primo bambino avuto dalla coppia e in attesa del secondo nascituro.l’operaio è stato rinchiuso nella casa circondariale di Caltagirone.
(FONTE TELECOLOR)

,

Rispondi