Indagati i vertici della Kalat Impianti, sequestrata un’area di 15mila metri quadrati

La guardia forestale di Catania ha sequestrato a Grammichele, a titolo preventivo, quattro aree della società Kalat impianti per una superficie complessiva di circa 15mila metri quadrati, che, secondo l’accusa, sarebbero state utilizzate illegalmente per il deposito di scarti nella lavorazione di rifiuti. L’inchiesta, che ipotizza i reati di discarica abusiva e inquinamento ambientale, è coordinata dal procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera, che ha affermato: «Al momento gli indagati sono due ma il numero potrebbe salire. Si parla di un’area di 15mila metri quadrati sfruttata dalla società Kalat Impianti srl, attraverso quattro siti diversi, come discarica abusiva», precisa il titolare del fascicolo. I reati ipotizzati per i vertici della ditta che gestisce in house providing il Centro integrati impianti del Calatino sono di natura ambientale e vanno dalla realizzazione di discarica abusiva all’inquinamento. «Ci sono delle indagini in corso e non posso fare nomi ma – afferma Verzera – nella società, nel corso del tempo, si sono susseguiti molti responsabili e con ruoli diversi».

La Kalat impianti srl gestisce le strutture di trattamento, valorizzazione e recupero della raccolta differenziata siti a Grammichele ma offre i suoi servizi anche agli organismi della raccolta ottimale (Ato), un gruppo di amministrazioni che comprende Caltagirone, Mirabella Imbaccari, San Michele di Ganzaria, San Cono, Mineo, Mazzarrone, Licodia Eubea, Vizzini, Scordia, Militello in Val di Catania, Castel di Iudica, Raddusa, Ramacca, Palagonia.

A commentare il sequestro della Kalat impianti srl è pure il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta che, in un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa Ansa, plaude al lavoro degli inquirenti e della procura di Caltagirone. «Esprimo apprezzamento per il lavoro che l’attuale amministrazione della società sta facendo, per la tutela dell’ambiente, con una gestione trasparente», dichiara il governatore siciliano. La misura stabilita oggi da Verzera è «a titolo preventivo», sottolinea il procuratore.

FONTI:
http://catania.meridionews.it/articolo/45134/calatino-sigilli-alla-societa-di-rifiuti-kalat-impianti-srl-verzera-reati-di-discarica-abusiva-e-inquinamento/

http://catania.livesicilia.it/2016/07/05/rifiuti-forestale-sequestra-area-a-kalat-impianti_383177/

 

,

Rispondi