Comunicato degli organizzatori del “Palazzo di Babbo Natale”, riguardante il presunto incendio a Palazzo Fragapane

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del comitato che ha organizzato l’evento “Palazzo di Babbo Natale”, ambientato all’interno dello storico Palazzo Fragapane, in Piazza Carlo Maria Carafa a Grammichele. Durante la seduta del consiglio comunale del 31 gennaio, il consigliere Tommaso Zapparrata aveva parlato di un possibile incendio all’interno dello stesso Palazzo, avvenuto il 6 gennaio. La notizia è così arrivata a tutta la città, ed ha scatenato le polemiche sui social, come ormai di consueto.

“QUANDO LA POLITICA E’ DI BASSA LEGA”

La presente lettera, siglata dagli organizzatori del “PALAZZO DI BABBO NATALE”, vuole stigmatizzare quanto accaduto nelle sedi Istituzionali del Palazzo Comunale e sui social circa la notizia falsa di un incendio avvenuto a Palazzo Fragapane. Un banale incidente causato dal surriscaldamento del polistirolo, materiale non infiammabile, ha rilasciato del fumo sporcando le pareti e ciò ha innescato una serie strumentali critiche. In ragione del citato inconveniente, per la data dell’l febbraio, giorno in cui si doveva consegnare la chiave del palazzo, si rivolgeva alla Amministrazione ed agli uffici preposti qualche altro giorno di proroga per consentire di smontare definitivamente gli arredi e procedere alla pulizia di tutti gli ambienti. Qualsiasi demagogica versione dei fatti è assolutamente falsa e pretestuosa e tende a richiamare l’attenzione con temi scandalistici finalizzati a mere quanto bieche speculazioni. Chiunque urli goffamente che vi è stato un incendio cova solo voglia di protagonismo. Si ritiene di dover ringraziare l’Amministrazione comunale e gli uffici preposti i quali, tuttavia, non sono stati messi a conoscenza dell’accaduto, attesa la poca rilevanza di quanto avvenuto. Costoro sono stati messi a conoscenza dei fatti in modo diffamatorio da terzi estranei il cui scopo, lo si ribadisce, è solo propagandistico. Ci scusiamo con loro e con tutti voi; non è stata leggerezza bensì desiderio di voler, con buona fede, risolvere il problema. Si confidava, infatti, di sistemare il tutto nel più breve tempo possibile, nel rispetto di tutti atteso che nessun danno era stato causato all’immobile. La speculazione politica è stata servita anche questa volta! Per interessi personalistici, infatti, si è messo in pessima luce tutti coloro che hanno contribuito a mettere in opera una cosa così grande e bella. Per ben tre anni moltissimi si sono impegnati a favore della Comunità per regalare un Natale a migliaia di bambini e tante emozioni; ciò è stato fatto non solo nei confronti di chi ha visitato il palazzo ma anche dei tanti volontari che hanno reso possibile tutto ciò. CHIEDIAMO SCUSA ALLA CITTÀ! Così facendo purtroppo è passata la voglia di organizzare qualcosa di piacevole per Grammichele che ha visto tantissimi visitatori da molte parti della nostra amata Sicilia. Vi salutiamo con grande rammarico e vi ricordiamo che grazie all’impegno di 4 amici che amano questa città, indipendentemente dal colore politico, e che hanno messo a disposizione il loro tempo, sottraendolo ad altro hanno reso possibile la realizzazione del “PALAZZO DI BABBO NATALE”. Infine un ringraziamento speciale va a tutti gli sponsor che in questi anni ci hanno aiutato e soprattutto ai tanti volontari che per ben tre anni hanno regalato il proprio tempo, impegnandosi giorno e notte, per la riuscita di un evento che non era per pochi ma per la CITTA’. Speriamo che l’amore per questa città prevalga sempre sulla cattiveria e l’ignoranza. La politica, quella seria, si svolge nell’interesse della città e non operando e mettendo in fila episodi scandalistici. Tanto non si doveva alla nostra Grammichele.

LEGGI QUI IL COMUNICATO ORIGINALE, INVIATO ALLA NOSTRA REDAZIONE

, ,

Rispondi