Grammichele Calcio – Quinto k.o. tra luci ed ombre: prodezza di D’Amanti ma vince la Massiminiana.

a cura di Luciano Simbolo.

grammichele calcioIl clima natalizio è praticamente alle porte ma per il Grammichele Calcio, al momento, sono ben pochi i regali. Nella prima gara dicembrina, infatti, la formazione allenata da Zammataro incassa la quarta sconfitta consecutiva, la quinta della sua stagione, ad opera della Massiminiana, longeva formazione catanese già avversaria nello scorso campionato. Precisione e carattere sono gli ingredienti che mancano all’undici grammichelese, in un momento faticoso e delicato della sua stagione, sicuramente penalizzato dalla ristrutturazione del proprio impianto.

Nella seconda gara al Vassallo di Licodia Eubea, Zammataro torna in panchina, costretto ad operare qualche modifica al tradizionale 4-3-1-2: le notevoli assenze nel reparto arretrato, infatti, portano Salvo Manduca a giocare da terzino, cedendo il posto a centrocampo ad un prestante D’Amanti in luogo di Massimo Zammataro, mentre davanti può tornare il tandem Murgo-Malaspina. Per gli ospiti, invece, roccioso 4-4-2, con la solidità di Questorino, i riflessi di Famà e la duttilità offensiva della coppia Palazzolo-Manuli.

La prima mezz’ora è abbastanza monotematica, con i giallo-rossi (quest’oggi Grammichele in maglia giallo-nera, ndr) più volte pericolosi: prima Manuli ad inizio gara, poi Palazzolo al 8’ minuto mancano la rete della bandiera, testando la rapidità di Parisi. Il Grammichele inizia timido ed impreciso, sbloccandosi solo al gol del vantaggio ospite, segnato da Sicali con una bella parabola a scavalcare Parisi. Dopo pochi minuti, i locali provano ad accorciare con Malaspina, il cui sinistro è potente ma troppo angolato; per il resto, il Grammichele fa davvero fatica a trovare l’area avversaria.

Alla ripresa, la Massiminiana consolida il proprio risultato, prima con Palazzolo e poi con Matera: nel primo caso, l’attaccante è preciso a scaricare un diagonale imprendibile per Parisi, nel secondo il giocatore catanese finalizza al meglio un regalo di troppo della retroguardia grammichelese. I padroni di casa, dal canto loro, si svegliano tardi e a suonare la carica ci pensa D’Amanti, con una conclusione tanto precisa quanto spettacolare che Famà può solo veder piovere alle proprie spalle. Nel frattempo, il Grammichele si scuote con l’ingresso di Zammataro e Laferla, innesti che segnano il passaggio ad un modulo con tre attaccanti. Il regista giallo-nero si presenta subito con una delle sue solite punizioni, ma Famà si supera con un magistrale intervento. La replica del portiere della Massiminiana arriva poco dopo, salvando i propri difensori da uno sfortunato autogol.

Tempo e stanchezza sono i principali avversari del Grammichele, che tenta l’assedio nell’ultimo quarto d’ora, rischiando più volte il contropiede avversario che tuttavia non arriva. Alla fine, festeggia la Massiminiana, lanciata verso il secondo posto in classifica, mentre il Grammichele annaspa nella posizione opposta, la penultima, in attesa della gara salvezza contro il Castel di Judica, fermo a quota zero.

grammichele calcioNon posso chiedere altro ai miei ragazzi, quando si gioca così, controllando la partita nei 90 minuti siamo tutti contenti”, commenta a caldo il coach catanese Amore, visibilmente soddisfatto, che prosegue :” Oggi l’approccio è stato giusto, nel secondo tempo il Grammichele si è fatto vedere e ha creato occasioni; i nostri nuovi innesti hanno fatto la differenza e con l’organico che ho a disposizione ce la potremo giocare fino alla fine”.

Queste invece le parole di Zammataro, allenatore del Grammichele Calcio :” Ogni settimana, in assenza del nostro stadio, facciamo grandi sacrifici, purtroppo veniamo penalizzati da episodi contrari. Commettiamo anche i nostri errori , dobbiamo imparare a non farci sovrastare dagli avversari sul piano della motivazione e del carattere”. Quanto ad un possibile rafforzamento della rosa col mercato invernale, così si esprime l’allenatore grammichelese :” La società è attenta e vicina alla squadra, per cui siamo già al lavoro per cercare qualche elemento in maniera da poter concludere ciò che resta del girone d’andata e giocarci al massimo il girone di ritorno”.

GRAMMICHELE CALCIO (1): Parisi; Manduca S., Manduca M.,Palma (C), Cannizzo; Occhipinti V., D’Amanti, Modica.; Anfuso, Murgo, Malaspina. A disposizione:  Memaj, Mammana, Occhipinti R., Cuius, Laferla, Zammataro, Ilioiu, Piccolo, Scacciante. Allenatore: Zammataro G..

MASSIMINIANA CALCIO (3): Famà; Indelicato, Questorino, Cassata, Caruso; Sicali ( C ), Bonsignore, Beltempo, Matera; Manuli, Palazzolo.  A disposizione: Testa, Magrì, Drago, Morace, Licandro, Sottile, Miceli. Allenatore: Amore.

MARCATORI: 14’ s.t. D’Amanti // 25’ p.t. Sicali, 4’ s.t. Palazzolo, 13’ s.t. Matera

AMMONIZIONI: //

ESPULSIONI:  //

INFORTUNI: //

SOSTITUZIONI: Cannizzo (dal 16’ s.t. Laferla); Manduca, Anfuso (dal 22’ s.t. Scacciante, Zammataro); Zammataro (dal 32’ s.t. Mammana); Occhipinti V. (dal 43’ s.t. Occhipinti R.) // Sicali (dal 24’ s.t. Miceli); Bonsignore (dal 33’ s.t. Drago); Palazzolo, Manuli (dal 35’ s.t. Sottile, Magrì); Matera (dal 40’ s.t. Morace).

ARBITRO: Sig. Fortuna di Siracusa

RECUPERO:2’ (p.t.) —4’ (s.t.).

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo scaduto. Per favore ricarica il codice