Vaccini in Sicilia: è allarme!

La situazione vaccini in Sicilia sembra apparentemente rassicurante perché alla data del 27 marzo 2021, la Sicilia è la prima regione d’Italia per percentuali di dosi somministrate con l’86 % a fronte del 82 % della media nazionale, infatti le dosi distribuite sono pari a 20mila al giorno e si prevede il raddoppio di 50mila circa entro pochi giorni.

Se da una parte questi dati sembrano rincuorare i siciliani, dall’altra appaiono numerose perplessità nel corso di questa campagna di vaccinazione. A causa di una fake news circolata sui social che dichiarava aperta la vaccinazione ai 60anni, il sito di prenotazioni è entrato in tilt per l’elevato numero di richieste e non ha permesso a chi poteva usufruirne di prenotarsi; inoltre i 60enni che non potevano prenotarsi adesso risultano prenotati e in corsa per la vaccinazione, anche se si prevede l’annullamento di queste prenotazioni per dare precedenza agli 80enni, 70enni e le categorie vulnerabili.

 

Ma non è il primo caso di disservizio legato al sito, infatti già qualche settimana prima i siciliani vulnerabili che avevano diritto al vaccino Pfizer hanno tentato di accedere al sito prenotazioni ma una volta inseriti i propri dati si trovavano di fronte ad alcuni errori, come”I codici inseriti non sono corretti o non corrispondono a persona appartenente a categoria avente priorità nella fase corrente del piano vaccinale. Accertati di non aver commesso errori d’inserimento”, perché al momento della prenotazione non erano ancora stati aggiornati i database a cura del sistema sanitario.

A questi disagi si aggiunge un altro registratosi negli ultimi giorni: le lunghe file d’attesa nei centri di vaccinazione, poiché non è stato disposto che i centri medi o piccoli siciliani siano in grado di somministrare il vaccino ma solo le grandi città, andando a creare ingorghi di gente nei pochi centri destinati a tale funzione o meglio “assembramenti” ingiustificati.file vaccini

Anche se i siciliani, dunque, hanno risposto in maniera positiva alla somministrazione dei vaccini, la situazione per la campagna vaccini in Sicilia appare allarmante a causa dello scontro con un sistema non del tutto agevole e non del tutto organizzato, ma nonostante ciò per il popolo siciliano è chiaro l’obiettivo comune: raggiungere l’immunità collettiva al più presto.

,

Rispondi