Siracusa, da sabato 3 luglio riprenderanno le rappresentazioni al teatro greco

Da sabato 3 luglio il teatro greco di Siracusa riaprirà, in conformità alle norme precauzionali anti-covid, per inaugurare la stagione 2021.
La fondazione Inda, l’istituto nazionale del dramma antico, preposto all’organizzazione degli eventi nell’ex colonia greca ha programmato la stagione numero 56 dal 3 luglio al 22 agosto.

Le attività drammaturgiche prevedono produzioni inedite, in cui il dramma classico viene reso mediante una chiave di lettura contemporanea, ed è riproposto parte del programma del 2020, che per via della situazione emergenziale, è sta annullato e rinviato all’estate di quest’anno.

La prima tragedia che sancirà l’avvio delle rappresentazioni è una delle opere più celebri di Euripide, le “Baccanti“, che verrà messa in scena dalla regia del catalano Carlus Prassida, tra i fondatori della “Fura dels baus”, compagnia teatrale molto apprezzata a livello mondiale.
Dopo il debutto nel 2019 torna invece Davide Livermore, che presenterà al pubblico il terzo e il secondo atto dell’ “Orestea“, “Coefore” e “Eumenidi” risultato di una coproduzione col teatro Nazionale di Genova.

Altro grande appuntamento è previsto con Antonio Calenda, uno degli esponenti principali della regia italiana, che dirigerà la commedia “Le nuvole” del grande commediografo greco Aristofane.
Sarà posticipata e rimandata invece al 2022 “L’Ifigenia in Tauride” di Euripide, diretta da Jacopo Gassman.

Dal 29 aprile sarà possibile prenotare i biglietti per la stagione 2021 e i biglietti acquistati l’anno scorso potranno essere convertiti e utilizzati per accedere alla programmazione dell’imminente nuova edizione. Per ricevere le dovute informazioni e per le prenotazioni bisognerà rivolgersi a: biglietteria@indafondazione.org.

,

Rispondi