Grammichele: proposta di “Encomio” a due componenti del Comando Polizia Locale

Riceviamo da parte del Comandante Polizia Locale, il Ten. Col. LOMBARDO dott. Giovanni, una proposta di encomio per due componenti della polizia locale, che si sono prontamente attivati a sedare la sanguinosa lite e tentato omicidio del 21 maggio scorso.

Il sottoscritto LOMBARDO dott. Giovanni, Comandante Polizia Locale, in considerazione di quanto avvenuto nella serata del 21 Maggio 20215 nel nostro Centro Abitato, riferisce quanto segue
La Pattuglia di Polizia Locale composta dall’ispett.C. SANFILIPPO Giovanni e dall’Ag. GROSSO Francesco, durante l’espletamento del servizio pomeridiano, mentre erano intenti a redigere un verbale ai sensi del Codice della Strada, nei pressi del Bar “Tip Top” venivano informati alle ore 19,00 circa, da alcuni cittadini in transito, che era in corso una violenta “lite” lungo via Vitt. Emanuele (sez.1) tra alcuni extra-comunitari. Immediatamente la pattuglia si portava nel sito segnalato, accertando che in strada lungo il tratto di via Viti. Emanuele, via De Pretis e via Pascoli: 

Era in corso una violenta lite tra alcuni extra-comunitari, il Personale di Polizia Locale prontamente intervenuto, con notevole coraggio, altruismo e spirito del dovere ha trovato notevole resistenza nel dividere, sedare e riportare alla calma i contendenti, di cui uno risultava gravemente ferito e sanguinante. Nei contempo, il personale dì P.L. intervenuto provvedeva a recuperare sotto un’autovettura parcheggiata lungo via Pascoli n°70, un “Coltello” da cucina con evidenti tracce di sangue, quale “Corpo del Reato”. A questo punto, visto la gravosità di quanto in atto, la pattuglia chiedeva l’intervento dell’Ambulanza del 118 e della locale Stazione dei Carabinieri, che prontamente intervenivano.

Giunta sul posto l’Ambulanza del 118, provvedeva a soccorrere e trasportare in ospedale il ferito per le cure del caso. I Carabinieri  intervenuti, di conseguenza provvedevano ad espletare la loro attività d’indagine per chiarire meglio i fatti inerenti la furiosa e sanguinosa lite verificatasi, con la redazione degli atti di competenza per i “Reati” emersi.

Gli extra-comunitari coinvolti nella lite ed identificati, sono: B.M. (nato in Gambia), B.M. (nato in Sierra Leone), O.A. (nato in Nigeria)

A conclusione di quanto di competenza, lo scrivente, CHIEDE

alla S.V.I.ma di conferire un meritevole “ENCOMIO” al Personale di Polizia Locale, Ispett.C. SANFILIPPO Giovanni e all’Ag. GROSSO Francesco, per essere prontamente intervenuti ed a sedare la sanguinosa lite, dividendo a fatica i contendenti.
Il Personale di P.L. nella circostanza si è particolarmente distinto per l’atto speciale, il lodevole e coraggioso comportamento che ha messo a rischio la propria incolumità a salvaguardia della comunità Grammichelese.

 

Rispondi