Sicilia: obbligo della mascherina all’aperto per il Natale 2021

Il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci ha emanato da qualche giorno una una nuova ordinanza per i cittadini, che prevede l’obbligo di sottoporsi all’esame del tampone per tutti i viaggiatori che faranno arrivo dalla Germania e dal Regno Unito, mentre in precedenza l’obbligo del tampone riguardava solo per coloro che arrivavano da Usa, Malta, Portogallo, Spagna, Francia, Grecia e Paesi Bassi. A questo si aggiunge un ulteriore introduzione e si tratta dell’obbligo di portare sempre con sé la mascherina e di indossarla in tutti i luoghi aperti al pubblico per tutti i cittadini al di sopra dei 12 anni, soprattutto se molto affollati, ma si potrà essere dispensati solo quando ci si trova tra congiunti o conviventi. Questi provvedimenti, entrati in vigore già nel weekend appena trascorso, rimarranno attivi fino al 31 dicembre 2021.immagine di persone che sono per strada e indossano la mascherina

La decisione del presidente arriva dopo la relazione dell’assessorato alla Salute e, in base all’analisi dei dati sull’andamento epistemologico emersi nelle ultime settimane, è tornata la paura e la preoccupazione soprattutto con l’arrivo delle festività natalizie. Infatti è stato rilevato un incremento del numero dei contagi che porta verso la quarta ondata e che ha spinto Nello Musumeci ha emettere nuove regole per contrastare la diffusione del virus soprattutto in vista dell’arrivo del Natale che comporterà un affollamento lungo le vie dello shopping per gli acquisti.

A seguito dell’aumento del numero dei positivi delle ultime settimane, più di 20 comuni siciliani rischiano ulteriori restrizioni anticovid-19 perché hanno o stanno per superare la soglia di 250 casi settimanali ogni centomila abitanti e 10 di questi comuni si trovano nella zona del messinese, la quale, allo stato attuale, si presenta come una delle zone con maggiore presenza di No-Vax d’ Italia.

Allo stato attuale solo 2 comuni siciliani sono covid-free e sono: Palazzo Adriano, in provincia di Palermo, e Roccafiorita, in provincia di Messina. Questi due comuni hanno raggiunto un tasso di vaccinazioni pari al 100 per cento grazie alla sinergia tra istituzioni e comunità, riuscendo così a respirare il senso di una vita tranquilla.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.