Notte bianca a Grammichele, organizzazione e resa dell’evento

Venerdì 17 dicembre piazza Carafa ha fatto da palcoscenico per la Notte bianca. L’evento a tema natalizio si è tenuto all’interno della piazza esagonale e negli edifici, tra cui il municipio, che la delimitano.

All’apertura dei mercatini di Natale si è affiancata la mostra d’arte curata da “Liceo Artistico Libertini”. L’animazione e l’intrattenimento hanno poi arricchito il tutto.

In armonia con quanto già ha organizzato negli ultimi tempi, il servizio civile non ha mancato l’occasione e ha proposto così il “salotto natalizio”. Si dava la possibilità a chiunque volesse di accomodarsi all’interno di una stanza adibita per l’evento e di leggere un libro. Nel contempo veniva offerto del vino, che poteva anche essere acquistato insieme ai prodotti del laboratorio artigianale “FranCes’s Chocolate”. La proiezione di film d’epoca e l’accompagnamento musicale hanno a loro volta determinato la buona riuscita dell’iniziativa.

L’associazione locale UP ha presentato alla città, come prima iniziativa dalla sua istituzione, la “raccolta giocattoli usati e nuovi per i bambini meno fortunati”. Notevole il materiale accumulato, il che fa ben sperare sia per la generosità dimostrata dai cittadini che per il prosieguo del lavoro dell’associazione.

grammichele notte bianca 2

Senza nome” fa rumore. “Without Name” infatti è stata la band, capitanata dalla grammichelese Marika Italiano e costituita da Dario Navanzino (chitarra), Marco Pistone (batteria) e Darko Branciforti (basso) che ha dilettato il pubblico presente con una scaletta varia ed entusiasmante.

Infine “Notte al museo” è stata tra le iniziative più coinvolgenti. Organizzata dalle associazioni SiciliAntica sede di Grammichele e Archetipo in collaborazione con l’istituto Comprensivo Galileo-Mazzini.

Si è beneficiato, con le dovute precauzioni, di un evento dedicato alla storia e al patrimonio della nostra città. Gli alunni della I e II B, coordinati dalla prof.ssa Salvina Cultrera, hanno accompagnato i visitatori attraverso il Museo, illustrando, fino alle 22:30, i vari reperti che vi sono custoditi, seguiti poi dai membri dell’associazione SiciliAntica e Archetipo coordinati dalla presidente Loredana Fragapane. Oltre al museo civico, anche l’aula consiliare ha prestato il suo spazio, dedicandolo alla proiezione di un cortometraggio a opera di Ciro Gaito e Claudio La Monica.

La partecipazione ai vari eventi è stata modesta, ci vorrà tempo per ritornare ai fasti di un tempo, ma il coinvolgimento di tante associazioni e di una buona parte dei cittadini è sembrato un buon punto di partenza per il futuro.

 

, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.