Grammichele: presentata mozione consiliare per la pace in Ucraina

Riceviamo e pubblichiamo la mozione presentata dal gruppo consiliare di maggioranza durante la seduta del consiglio comunale di Grammichele dello scorso 1 marzo, avente come oggetto: Mozione per la Pace in Ucraina volta ad esprimere la ferma condanna della Città di Grammichele ad ogni azione di guerra e di prevaricazione e a promuovere la Pace

 

 

Al Presidente del Consiglio Comunale di Grammichele

Al  Sindaco di Grammichele

OGGETTO: Mozione per la Pace in Ucraina volta ad esprimere la ferma condanna della Città di Grammichele ad ogni azione di guerra e di prevaricazione e a promuovere la Pace.

Il Consiglio Comunale di Grammichele

PREMESSO

  • che l’art. 11 della Costituzione italiane recita: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”;
  • che le immagini e le notizie che arrivano dalla guerra in Ucraina procurano un’enorme sofferenza e rendono intollerabile che, dopo gli orrori della seconda guerra mondiale e degli altri conflitti che hanno funestato il continente europeo nel secolo scorso, si debba ancora assistere ad atti di violenta conquista territoriale, che rappresentano attentati ai diritti ed alla democrazia dell’Europa intera;
  • che le guerre andrebbero conosciute solo come tragico e imperdonabile fatto storico che merita la condanna della storia e di tutti noi;
  • che occorre una mobilitazione imponente e corale a sostegno dell’Ucraina e della pace;

condividendo le parole di Papa Francesco “Scongiurare la guerra è un dovere improrogabile di tutti i responsabili politici e la pace resta l’unica arma praticabile”;

ESPRIME

  • la più ferma condanna delle azioni di guerra e di violenza che si stanno perpetrando sul territorio ucraino;
  • la massima solidarietà e vicinanza alla popolazione ucraina;

CHIEDE

al Governo italiano, agli Stati membri e alle istituzioni dell’Unione Europea di impegnarsi in iniziative di contrasto dell’aggressione armata assumendo le misure necessarie, d’intesa con la comunità internazionale, affinché ogni sforzo diplomatico venga posto in essere per promuovere e facilitare la cessazione delle ostilità;

MANIFESTA

al popolo ucraino la vicinanza  e la solidarietà dei cittadini grammichelesi  e la più forte condanna morale ad ogni azione di guerra;

ADERISCE

all’appello lanciato dalla Tavola della Pace sulla situazione in Ucraina, sottoscrivendo l’iniziativa “Ucraina. La guerra è una follia”, affinchè l’Europa dica subito una parola chiara: Mai più guerra in Europa! E agisca di conseguenza. Non c’è alcuna possibilità di difendere i diritti umani o di risolvere le crisi muovendo carri armati, soldati, navi e aerei di guerra”;

CHIEDE

Che, il Sindaco Voglia

  • come atto simbolico, disporre l’esposizione al Municipio della bandiera della Pace e della bandiera dell’Ucraina, invitando i cittadini a fare lo stesso da balconi e finestre;
  • disporre la trasmissione del presente documento al Governo italiano.

I consiglieri comunali

Attaguile Rosa, Barbera Fabio, Campanello Rosario, Cannizzo Nunzio Marcello, Distefano Rosamaria, Mammana Alessia, Mammana Daniela, Morello Michele, Palermo Pietro, Scirè Agata.

,

Rispondi