22 marzo: Giornata mondiale dell’acqua

Il 22 marzo si celebra la giornata mondiale dell’acqua, ricorrenza istituita nel 1992 da parte delle Nazioni Unite durante la Conferenza di Rio, per ricordare a tutto il mondo l’importanza di questa preziosa e vitale risorsa e sensibilizzare tutti gli esseri umani a un corretto uso da parte grazie anche all’Agenda 21 che ha creato un programma d’azione messo a punto per uno sviluppo sostenibile del pianeta.

acquaLa giornata mondiale dell’acqua nasce dall’esigenza di coinvolgere il pubblico mondiale a interessarsi sui problemi legati al consumo dell’acqua, cercando varie strategie per ridurre lo spreco di acqua e assumere vari comportamenti necessari e positivi per contrastare il cambiamento climatico. Uno degli obiettivi in programma è quello di riuscire a ottenere entro il 2030 acqua e servizi igienici per tutti gli abitanti del pianeta. Quest’anno il tema della giornata mondiale si è soffermato sulle acque sotterranee, che rappresentano il 99% delle acque dolci allo stato liquido della Terra e che devono essere custodite come un bene comune da parte dei vari governi perché garantiscono vantaggi economici, sociali e ambientali soprattutto in relazione ai vari cambiamenti climatici che si stanno registrando negli ultimi decenni.

Uno dei più gravi problemi che riguarda l’acqua è quello del suo spreco, infatti, in base alle statistiche l’Italia è la nazione d’Europa che consuma più acqua, superando i 236 litri giornalieri per abitante. Lo spreco è legato soprattutto alla presenza di vecchi impianti o a fattori amministrativi come errori di misura di contatori e allacci abusivi, motivo per cui si è reso necessario creare investimenti nel settore idrico e interventi nelle condotte fognarie e negli impianti di depurazione. I più giovani, però, si mostrano sempre più sensibili sul tema dell’inquinamento idrico e sempre più attenti a non sprecare l’acqua attuando tutta una serie di atteggiamenti vantaggiosi al fine di contrastarne lo sperpero come chiudere il rubinetti quando non necessario, usare la lavastoviglie solo a pieno carico, preferire la doccia alla vasca e impegnarsi in docce più brevi.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.