Grammichele: 4 milioni per la rigenerazione urbana del quartiere Giandritto

È in arrivo un importante finanziamento di 4.680.360 euro per ristrutturare e abbellire il quartiere Giandritto a Grammichele.

La storia di Giandritto è cominciata nel corso della seconda metà del secolo scorso, con case popolari (poi ristrutturate) e con altri complessi per l’edilizia di cooperative sociali. Nel tempo Giandritto si è ingrandito ed è stato dotato di viali e verde pubblico, per poi ospitare il plesso della scuola media e una palestra con piscina, che in gestione alla società sportiva Benefit è diventata un fiore all’occhiello della città di Grammichele.

Ecco il progetto come enunciato direttamente nel PNRR:

1. La riqualificazione di strutture dismesse esistenti in un’ottica di inclusione territoriale dei presidi pubblici e delle agenzie educative, mediante la:
– bonifica di spazi pubblici occupati attualmente da microdiscariche all’interno del quartiere di Giandritto;
– ristrutturazione dell’immobile esistente “ex Figura” in stato di abbondono, da destinare a finalità sociali, culturali ed educative;
– sistemazione di spazi a verde attrezzato adiacenti all’immobile “ex Figura” ristrutturato per finalità pubbliche;
– realizzazione di un orto sociale urbano, nell’area attualmente occupata dalla microdiscarica, destinato alla coltivazione di piante orticole che hanno come fondamento l’agricoltura ecologica.

2. La valorizzazione ambientale e paesaggistica delle aree e degli immobili di proprietà del Comune, siti nel quartiere Giandritto, con particolare attenzione ai requisiti della transizione energetica, mediante i seguenti interventi:

– realizzazione di un campo di calcetto e di un campo polivalente (pallavolopallacanestro) all’aperto, all’interno dell’area attualmente occupata dalla microdiscarica;
– manutenzione e riuso di impianti sportivi e spazi adiacenti di proprietà pubblica esistenti, di via Aldo Moro, nei pressi del quartiere Giandritto;
– realizzazione di una Bambinopoli attrezzandola per l’accoglienza e il divertimento dei bambini, all’interno dell’area attualmente occupata dalla microdiscarica;
– realizzazione di uno spazio attrezzato per attività fitness all’esterno, all’interno dell’area attualmente occupata dalla microdiscarica;
– inserimento di isole ecologiche che prevedono l’installazione di “cassonetti intelligenti”;
– realizzazione di un impianto fotovoltaico nella scuola Media sita nel quartiere Giandritto;

3. L’attuazione di azioni di legalità e supporto sociale per gli abitanti del quartiere, con particolare attenzione alle nuove generazioni anche attraverso azioni rappresentate nel progetto educativo, redatto appositamente dal Settore Servizi Sociali dell’Ente, con un costo inferiore al 10% dell’intero investimento, che prevede:
– la modalità di gestione dell’orto sociale urbano;
– favorire la nascita di una “Casa delle organizzazioni del terzo settore”;
– la modalità di gestione degli impianti sportivi di nuova realizzazione, in sinergia con quelli esistenti da manutenzionare, con il coinvolgimento dei giovani del quartiere Giandritto e non solo;
– attività di politica sociale “laboratori creativi, musicali e attività post-scuola”.

4. L’incremento, della mobilità sostenibile mediante la realizzazione di un asse attrezzato, necessario per la fruibilità del quartiere Giandritto, mediante la previsione di:
– piste ciclabili;
– percorsi pedonali;
– illuminazione a led;
– arredo urbano;
– postazioni di station per bike-sharing;
– inserimento colonnine elettriche in diversi punti del quartiere Giandritto;

5. L’eliminazione delle barriere architettoniche per garantire accessibilità e visibilità del quartiere Giandritto;

6. L’autonomia idrica ed energetica delle aree a verde e delle infrastrutture restituite alla fruizione, a favore della popolazione del quartiere Giandritto.

Si segnala che i punti 4); 5) e 6) sono interventi marginali rispetto alla spesa complessiva dell’intervento, ma necessari alla rigenerazione del quartiere. Per la pianificazione e il potenziamento delle attività sociali, culturali, economiche e sportive è stato redatto appositamente un PROGETTO EDUCATIVO dal Settore Servizi Sociali del Comune, in grado di migliorare e favorire l’inclusione sociale delle persone.

,

Rispondi