Caltagirone: Una rapina dopo l’altra e botte alle vittime, arrestato.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Caltagirone hanno arrestato nella flagranza di reato un 22enne del posto in relazione ai reati di rapina e lesioni personali.

La vicenda ha avuto inizio nella serata del 17 agosto allorché la centrale operativa della Compagnia Carabinieri, intorno alla mezzanotte, ha ricevuto una richiesta d’intervento in via Dell’Autonomia.

Giunti immediatamente sul posto i militari hanno notato la presenza di un uomo, un 54enne titolare di una rivendita mobile di panini, il quale tamponava sulla testa una borsa di ghiaccio per lenire gli effetti dei colpi ricevuti pochi istanti prima da un 22enne che, durante l’intervento dei Carabinieri, si ripresentava sul posto cercando nuovamente lo scontro fisico con quest’ultimo nonostante la presenza dei militari che si sono interposti per calmare gli animi.

Passato solo qualche minuto, i militari, giusto il tempo di acquisire le prime informazioni sull’accaduto, sono stati costretti a richiedere l’immediato intervento del personale del 118 per soccorrere la moglie 52enne dell’uomo che, anch’ella per le botte ricevute, aveva avuto un malore.

Dalle indagini fin qui svolte emergerebbe che il giovane, con l’escamotage di scambiare una banconota da 50 euro, avrebbe ottenuto la disponibilità della donna a consegnargli delle banconote di taglio più piccolo e, a quel punto, strattonando il braccio della donna, le avrebbe strappato i soldi dalle mani, provocando in tal modo la pronta reazione del marito che lo avrebbe inseguito e, attraverso il finestrino del passeggero all’interno dell’autovettura Fiat Punto del malvivente, avrebbe ingaggiato una colluttazione per recuperare le somme venendo però attinto da numerosi colpi al capo; anche la moglie, intervenuta in suo soccorso, recuperava la somma e veniva colpita al volto.

I militari nel corso della nottata svolgevano altri accertamenti dai quali emergeva che il giovane avrebbe sottratto indebitamente somme di denaro ai danni ai danni di altri esercizi commerciali dislocati a poca distanza tra loro.

In particolare, avrebbe dapprima sottratto la somma al 54enne esercente di un’ulteriore rivendita di panini di via Madonna della Via quindi, con analoghe modalità, sarebbe passato al commesso 44enne di un bar della predetta via Dell’Autonomia ed infine, poco distante, avrebbe rivolto le proprie attenzioni all’ultimo obiettivo che, però, ha visto la pronta reazione delle vittime.

Entrambi i coniugi sono stati successivamente visitati dai medici del pronto soccorso dell’ospedale di Caltagirone, i quali hanno emesso una prognosi rispettivamente di 7 giorni per l’uomo per “ematoma epicranico in sede frontale dx”, nonché di ben 30 giorni per la moglie perché affetta da “infrazione ossea delle ossa nasali proprie del naso”.

Il 22enne, all’esito dell’udienza di convalida, si trova associato al carcere di Caltagirone come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

 

fonte: LEGIONE CARABINIERI SICILIA – COMANDO PROVINCIALE DI CATANIA – COMUNICATO STAMPA – 24 agosto 2022

,

Rispondi