Nuovo vertice sull’attuale crisi idrica che interessa la città di Grammichele

crisi idrica Un secondo tavolo tecnico per fronteggiare l’attuale crisi idrica che sta interessando la città di Grammichele, è stato convocato nella mattinata di sabato 28 luglio 2018 presso la stanza del primo cittadino di Grammichele, l’avv. Giuseppe Purpora, alla presenza dello stesso sindaco, degli assessori Branciforte e Morello, del presidente del consiglio comunale Palermo, del responsabile comunale del servizio idrico l’ing. Ventura, del responsabile comunale di Protezione Civile l’arch. Zampino e del funzionario di Protezione civile il geom. Iudica.
Un tavolo tecnico convocato alla luce dell’aggravarsi dell’approvvigionamento idrico del pozzo “Pietre nere” che fornisce la rete idrica della città esagonale, che nel solo mese di luglio ha visto diminuire la sua disponibilità di acqua da 21 litri al secondi a 16 litri al secondo.
Tale problema ha portato l’amministrazione comunale a confrontarsi con la prefettura catanese chiedendo la realizzazioni di azioni mirate al superamento di tale crisi idrica che ormai da diversi mesi vede alcune zone della città esagonale, senza acqua.
Una prima risposta, soggiunge dall’utilizzo in prestito di un autobotte in possesso al vicino comune di Mazzarrone, la quale andrà a affiancare l’unico mezzo a disposizione del comune di Grammichele. Un ulteriore richiesta è stata presentata per l’utilizzo di un ulteriore autobotte della società ANAS con il proprio personale che andrà ad aggiungersi ai volontari di protezione civile comunale autorizzati a collaborare il personale comunale dedito alla consegna dell’acqua con i mezzi preposti.
Il primo cittadino di Grammichele, alla fine del vertice, ha rilasciato un comunicato a tutti i cittadini che vi proponiamo nell’intervista seguente.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo scaduto. Per favore ricarica il codice