Giandritto, 5 stelle, Sviluppo e Legalità e Bene comune: “A quando una manutenzione straordinaria e una pulizia del verde?”

È stata presentata durante la seduta del Consiglio Comunale di Grammichele del 5 ottobre scorso un’interrogazione firmata dai consiglieri del gruppo “M5S – Sviluppo e Legalità – Bene Comune” che mette all’attenzione dell’amministrazione, ma anche dell’opinione pubblica, la situazione di evidente degrado che domina il quartiere Giandritto.

“Sarebbe auspicabile immaginare l’attivazione di un progetto di utilità collettiva dal titolo «La bellezza appartiene a tutti. Ripartiamo dalle periferie e ricostruiamo comunità » per i percettori di reddito di cittadinanza” – si legge nell’interrogazione scritta – “La sperimentazione dell’attivazione dei progetti di utilità collettiva è stata avviata dalla precedente amministrazione nel 2021 come si evince dagli atti e dalle prime attività realizzate, tutte debitamente documentate; alcuni progetti di utilità collettiva, le cui schede di progetto risalgono al 2021 (prima dell’insediamento dell’attuale amministrazione), sono stati avviati nel marzo del 2022 proseguendo così un’attività già iniziata e resa possibile grazie alle competenze acquisite dagli uffici e alla pregressa esperienza maturata”.

I consiglieri Branciforte, Larocca e Palermo Natascia hanno allegato all’interrogazione anche le foto che ritraggono un panorama che, ahinoi, ci è familiare ormai da anni, soprattutto per quanto riguarda il quartiere Giandritto.

Infine, i consiglieri, chiedono lumi sul regolamento per l’Amministrazione Condivisa dei Beni Comuni, che sarebbe ancora all’esame della seconda commissione consiliare a distanza di oltre 8 mesi dalla presentazione della proposta di delibera: “Il regolamento potrebbe rappresentare un valido ausilio per la partecipazione dei cittadini ad azioni di cura dei beni comuni, ivi comprese le aree verdi“.

giandritto grammichele

A proposito di Giandritto, è notizia di questa estate, come documentato anche dalla nostra redazione, l’arrivo di un importante finanziamento di 4.680.360 euro per ristrutturare e abbellire il quartiere. Il progetto prevede la riqualificazione di strutture dismesse esistenti, la valorizzazione ambientale e paesaggistica delle aree e degli immobili di proprietà del Comune, l’attuazione di azioni di legalità e supporto sociale per gli abitanti del quartiere e anche l’autonomia idrica ed energetica delle aree a verde.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.